domenica, aprile 25, 2010

Arrivo!

Continuiamo in un susseguirsi di apri il genova, chiudi il genova, cazza e lasca e miglio dopo miglio anche Guadalupa resta nella scia.

Siamo all’undicesimo giorno di navigazione. Pablo sta bene ma comincia ad aver bisogno di correre ma oramai manca poco, pochissimo!

Stamattina siamo in vista del Pelé, il vulcano di Martinica, e ci restano ancora circa cinque ore di autonomia.

Speravamo in un bel vento al traverso nella baia di Fort de France ma niente! Anche qui si bolina e dovremo tirare tre bordi per raggiungere il Diamante.

Passiamo tra terra e l’isola. Il mare sembra una friggitrice per effetto della corrente e noi attraversiamo la zona dirigendoci direttamente su Marin.

La vista di questa baia a noi cara ci riempie il cuore e riempie gli occhi di Pablo di stupore e curiosità.

Siamo partiti da qui sette mesi or sono e nella sua memoria non sembrano esserci le barche a motore, le macchine, le case grandi.

Le tracce della “civiltà” lo attirano enormemente ed una volta giunti in porto scendiamo a terra per sgranchirci le ossa. Pablo vede le macchine da vicino e sarà un amore folgorante.

Il bimbo é cresciuto! Ora parla, capisce il francese, si interessa a tutto e se sapesse descrivere cio’ che ha vissuto in questi sette mesi di viaggio potrebbe lasciare a bocca aperta molti provetti navigatori.

Noi siamo soddisfatti. Undici giorni di navigazione. Oltre 1700 miglia percorse contro vento per portare a termine un viaggio impegnativo che ci ha arricchiti di un periodo di stretta convivenza che speriamo ci servirà per la vita.

Insieme ringraziamo Pablo per essere cosi’ aperto all’avventura e per essersi comportato da grande marinaio in tutti questi giorni e ringraziamo Aquarius per averci protetto e per aver superato con disinvoltura questa dura prova.

Il mio più grande rispetto va ad Enrica per aver deciso di essermi accanto in questo viaggio cosi’ duro senza aver mai indugiato di fronte alle difficoltà, assicurando durante tutta la navigazione ogni sorta di attenzione verso di me e verso Pablo.

Grazie famiglia mia!

Quest’avventura finisce... e un’altra subito comincerà!

Nuova barca... Nuova vita!



















1 commento:

Veronica ha detto...

Che meraviglia ragazzi, è stato bellissimo leggervi e accompagnarvi in questo lungo viaggio.
Grazie per curare questo blog e per permetterci di condividere con voi queste forte emozioni.
E' bellissimo veder crescere Pablo e vedere attraverso i suoi occhi di bimbo "incontaminato" un mondo che pare a tutti noi così lontano ... Continuate così