martedì, dicembre 12, 2006

Grenadines!

Ventiquattro ore di navigazione: la barca é una statua di sale e noi siamo emozionati come fosse la prima volta che vediamo le Grenadines.

Abbiamo avuto una discreta fortuna, il vento non era molto ed il mare non troppo formato... poiché era contrario meglio così!

A cicli di sei ore, legati al movimento di mamma-luna, la corrente ci ha aiutati o respinti, fatto guadagnare qualche grado nell'angolo di risalita, o fatto deprimere guardando sul cartografico la nostra rotta mirare verso le isole Vergini anziché la nostra meta.

Buttiamo l'ancora in Tirrel Bay, a Carriacou, stranamente piena di barche. Il tramonto non sembra reale.

Cumuli di bel tempo spinti dall'aliseo su di un mare piatto protetto dall'isola.
E' difficile credere che fino a poco fa eravamo la fuori a prendere spruzzi sussultando ad ogni ondata. Tenendo conto della frequenza media dell'onda percepita a bordo (funzione del suo periodo e dalla nostra velocità di avanzamento contro di essa), ovvero circa 1 onda ogni 3 secondi, in 24 ore di navigazione siamo a quasi 30.000 onde superate tra Testigos e Carriacou! Niente male è?

Riprendiamo subito le buone abitudini con un bel aperitivo da contemplazione.

Le Grenadines sono sempre una scoperta....

2 commenti:

Anonimo ha detto...

finalmente "a casa"!Fate buone feste e che sia per voi un buon Natale felice
Riccarda

verosassi ha detto...

WOW!!! E' stato come navigare con voi di nuovo! Bentornati a casa! Mi sono divertita a leggere che questa volta Edin vi ha stupito con effetti speciali!!! Ah ah ...
Buon natale ragazzi ...
Veronica e Daniele